La voglia di vivere di una donna migrante

di Gloria Olivares

La fame, la povertà, ma soprattutto la voglia di un futuro migliore, porta molte donne a emigrare e lasciare la propria terra, i propri figli.
Emigrare vuol dire lasciare un mondo conosciuto per uno sconosciuto; non è facile emigrare soprattutto per le donne: sappiamo benissimo quali sono le disuguaglianze ancora esistenti tra uomo e donna nel campo lavorativo e a livello sociale e politico.
Una donna emigrata nel peggiore dei casi non trova lavoro e spesso deve sopravvivere da clandestina; nel migliore dei casi, indipendentemente dal fatto che siano laureate o meno, che nel loro paese fossero dottoresse o casalinghe, le donne migranti trovano lavoro solo come assistenti alle persone anziane, bambini o malati, come donne ai piani negli alberghi, spesso sottopagate. Certo sono lavori dignitosi, ma il problema è che non c’è scelta, conosco tante donne che hanno fatto decine di corsi, ma è difficilissimo aspirare a qualcosa di meglio.
L’obiezione potrebbe essere: “hai già avuto troppo, sei una migrante, è già tanto che hai un lavoro, devi accontentarti”, ma a queste affermazioni io rispondo: perché uno si deve accontentarsi?, solo por il fatto di essere migrante? Perché non dare ad una donna emigrata la possibilità di coltivare i suoi sogni, di sfruttare le sue potenzialità? Purtroppo c’è la convinzione da parte di molti che le donne emigrate siano tutte analfabete o che non abbiano nessun bagaglio culturale, ma non è cosi, la sola cosa vera è che molte donne emigrate appena arrivate non conoscono la lingua, la cultura, le leggi italiane e di conseguenza sono condannate a vivere escluse dal resto della società. E pensare che l’integrazione sarebbe un vantaggio per tutti, per gli extra-comunitari e per gli italiani. Penso che la soluzione sarebbe quella di abbattere per sempre il muro dell’intolleranza, ma sopratutto dell’ignoranza. Sappiamo che quello che non si conosce fa paura, e sappiamo anche che diverse culture, diversi punti di vista , diverse esperienze di vita non possono far altro che arricchirci tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: