Natale: rinascere per diventare più umani

di Mariolina Tentoni

Un altro Natale; prima di scrivere qualcosa in proposito, ho riletto l’articolo scritto un anno fa’ che è tuttora valido per quanto riguarda il senso del Natale come momento di apertura al nuovo  e come occasione per vivere un’esperienza di ospitalità e  scambio tra persone e culture diverse, come è attuale la poesia di Rodari che immagina un presepe includente anche il pellerossa . Purtroppo quello che è accaduto a Firenze e a Torino risponde a una logica opposta, ci addolora e ci inquieta in quanto segno di un razzismo e una xenofobia, che è scoppiata ora  in un pogrom contro i rom  da una parte e in una strage contro dei neri dall’altra, ma che è presente nella società italiana. E’ una malattia che va curata, prima che si aggravi, e che chiama in causa  le istituzioni, la stampa, i media che diffondono la paura dello straniero, ma mette in discussione ognuno e ognuna di noi. E’ una malattia che va contrastata con decisione; alcune iniziative spettano alle istituzioni, ( magistratura, enti ..) ma mettere in circolo degli anticorpi, operare un cambiamento culturale, disarmare una cultura e una religione armata contro l’altro, il diverso, lo straniero, questo è compito nostro.
Noi di Vite in transito operiamo in questo senso; certo, siamo un microcosmo, possiamo operare su una piccola dimensione, ma crediamo nel dio delle piccole cose;  abbiamo creato buone relazioni di amicizia e di condivisione tra donne di culture diverse: un’esperienza gratificante e arricchente che aggrega altre persone e germina nuovi progetti. Alcune delle partecipanti dei laboratori di scrittura autobiografica svolti negli anni scorsi hanno raccolto storie di altri migranti e vedremo come pubblicizzare questo materiale. Alcune di queste donne, che hanno rilasciato la loro storia di migrazione,  chiedono di partecipare al nostro prossimo laboratorio; e in questo modo il cerchio delle buone relazioni   conviviali e ospitali si allarga. Ci pare che questo ci permetta di mantenere viva la speranza in una società più umana.
E’ con questa speranza e con il nostro impegno a continuare questo nostro lavoro veramente interculturale,  che facciamo gli auguri di Natale.
Auguri di un Natale sfrondato dalla fiera delle vanità del consumismo, dal buonismo di maniera, dalle pastorellerie, dunque auguri di un Natale sobrio, che recuperi la sua essenza; che sia una rinascita della nostra umanità; il Natale cristiano celebra “un Dio che si fa uomo perché gli uomini diventino più umani.” Anche chi cristiano non è si può riconoscere in questo augurio che ci porta a vivere concretamente dei rapporti più fraterni e solidali.
Il pellerossa nel presepe

Il pellerossa con le piume in testa
e con l’ascia di guerra in pugno stretta,
come è finito tra le statuine
del presepe, pastori e pecorine,
e l’asinello, e i Magi sul cammello,
e le stelle ben disposte,
e la vecchina delle caldarroste?
Non è il tuo posto, via, Toro Seduto:
torna presto da dove sei venuto.
Ma l’indiano non sente.
O fa l’indiano.
Ce lo lasciamo, dite, fa lo stesso?
O darà noia agli angeli di gesso?
Forse è venuto fin qua
ha fatto tanto viaggio,
perché ha sentito il messaggio:
pace agli uomini di buona volontà.
Gianni Rodari

Annunci
Comments
4 Responses to “Natale: rinascere per diventare più umani”
  1. francesca castellani ha detto:

    Care amiche ed amici
    Mi dispiace di non essere con voi nelle prossime esperienze. Purtroppo la vita ti pone spesso problemi pratici e di lavoro non meno pregnanti di quelli ideali e sociali. Anche il lavoro e la cura dei famigliari è un dovere e un impegno etico. Ho sperato moltissimo in questo progetto comune e vi ho riversato tutte le mie energie spirituali e materiali ed insieme a Fulvia, Mariolina e tutte voi ho aperto una strada che da piccolo viottolo di campagna , spero e confido, diventi strada maestra per tutti noi. Bisogna avere molta fiducia, forza d’animo e rispetto di sè e dell’altro per perseverare e fare crescere i nostri ideali. Tutti siamo esili fiammelle la cui luce illumina la notte che si accede con l’energia di tutti noi. Auguro un sereno Natale ricco di progetti o anche di soli sogni perchè niente va perduto .

    Cogli questo piccolo fiore
    e prendilo. Non indugiare!
    Temo che esso appassisca
    e cada nella polvere
    Non so se potrà trovare
    posto nella tua ghirlanda
    ma onoralo con la carezza pietosa
    della tua mano- e coglilo.
    Temo che il giorno finisca
    prima del mio risveglio
    e passi l’ora dell’offerta.
    Anche se il colore è pallido
    e tenue è il suo profumo
    serviti di questo fiore
    finchè c’è tempo- e coglilo

    Rabindranath Tagore

    Un abbraccio affettuoso a tutti voi
    Francesca

    • vite in transito ha detto:

      cara Francesca, grazie, anche a me dispiace che tu non sia con noi per i prossimi percorsi ; quello a cui abbiamo dato vita è un albero che può avere diverse ramificazioni , ma la comune radice, il rizoma che si intreccia ad altre radici, rimane. Adesso i nostri itinerari si divaricano, ma ci sarà un momento, spero, in cui i nostri passi si reincontreranno. Trovo molto bella la poesia di Tagore e mi parla.
      Io amo molto i fiori, sii certa che il tuo piccolo fiore è e sarà onorato, fa parte della ghirlanda che insieme, io,tu, Fulvia e le nostre amiche abbiamo intrecciato.

      il mio augurio affettuoso, buoni passi e qualche piccolo fiore.
      Mariolina.

  2. milvia ha detto:

    Un bellissimo post, Mariolina cara, di cui, anche se atea, mi sento di condividere parola per parola.

    Un abbraccio.

    Milvia

    • vite in transito ha detto:

      grazie Milvia, credo che al di là delle fedi,- e ognuna e ognuno ne ha una, perchè senza una qualche fede e senza speranza non si può vivere,- tutte e tutti possiamo e dobbiamo fare insieme qualcosa per umanizzare questo mondo, coltivando l’amicizia, mettendo in atto delle buone pratiche; ma so che siamo d’accordo; un augurio e un abbraccio.
      Mariolina,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: