è nata l’associazione Vite in transito

di Mariolina Tentoni

È nata l’associazione Vite in transito viteintransito@gmail.com
Lunga vita alla neonata associazione. .
I transiti continuano. Dopo 4 laboratori di scrittura autobiografica,  dopo due anni e mezzo di vita di questo blog, dopo una raccolta di storie migranti, dopo che la rete di relazioni si è allargata ed è cresciuta incontro dopo incontro, e questo blog lo testimonia, abbiamo deciso di costituirci in associazione. La piccola comunità di tanti colori, di tante culture si è riunita il 25 ottobre, ha messo insieme idee, proposte, progetti e ha dato vita ad un’associazione. Siamo donne di  nazionalità diverse, ( le socie fondatrici sono native di Argentina, Brasile, Colombia, Messico, Camerun, Tunisia, Bulgaria, Ungheria, Armenia, Ucraina, Italia), tutte  con molto rispetto reciproco con molto entusiasmo e voglia di stare insieme, di divertirci, di  contribuire all’incontro e alla convivenza tra culture diverse.  In un momento di frammentazione sociale la nostra proposta, che è anche esperienza, testimonia che è possibile vivere l’ospitalità, la solidarietà, l’amicizia, la condivisione nella diversità. E’ un bell’esempio di cittadinanza attiva.
Di seguito la ragione sociale, cioè la ragione d’essere della nostra associazione.
Scopi che la identificano : contribuire all’integrazione/inclusione delle e dei migranti che risiedono nel nostro territorio; si intende promuovere il benessere personale e sociale, l’incontro e la convivenza di culture diverse nel rispetto dei principi e valori  fondanti la costituzione italiana e che sono presenti  nelle diverse tradizioni.
 Gli strumenti per perseguire  il riconoscimento reciproco che rinforza il sentimento di sé e il senso di cittadinanza  sono:
1) il laboratorio di scrittura autobiografica. L’esperienza dei laboratori fatti dimostra che le partecipanti acquisiscono benessere personale e autostima, si sentono meglio integrate nel tessuto sociale e questo permette loro di accedere alla cittadinanza attiva: la costituzione di questa associazione ne è un esempio.
L’esperienza del primo laboratorio è documentata dal libro L’ospitalità della scrittura. Atti del convegno  Verso di sé  (ed. Theut 2009)
2) la raccolta di storie migranti. E’ stata fatta una prima raccolta di storie migranti, preceduta da un corso di formazione, con il progetto di  pubblicarle  e costituire un archivio, che documenti le esperienze migratorie e i transiti culturali.
3) interventi nelle scuole per fare conoscere la propria cultura e storia; proporre a bambini e adolescenti esperienze di conoscenza delle diverse culture presenti nel nostro territorio attraverso testimonianze viventi e rapporti personali, educa alla conoscenza e può correggere i pregiudizi, prevenire il razzismo e la ghettizzazione.
 3) incontri sulla condizione delle donne nei vari paesi rispetto ai diritti e al rapporto tra i sessi. Rispetto al rapporto uomo-donna ci sono differenze culturali,  e problemi aperti anche in Italia. Un confronto sulle esperienze diverse, rispettoso delle differenze, e una riflessione sui diritti può favorire la crescita personale e il cambiamento sociale.
4) gruppi di lettura per conoscere e far conoscere le letterature dei diversi paesi d’origine e quella italiana. La conoscenza del patrimonio letterario dei vari paesi, spesso molto ricco e per lo più misconosciuto, può essere molto arricchente. Per la realizzazione di questo progetto si chiederà la collaborazione della biblioteca civica.
– narrazione di fiabe popolari dei diversi paesi, anche in strutture ospedaliere
– serate etniche: aperitivo etnico  con serate a tema, gestite a rotazione
Una cura particolare sarà data alla creazione di una rete di relazioni, alla comunicazione,  alla pubblicizzazione  degli scritti, delle storie raccolte, delle esperienze, attraverso un blog, libri, video, convegni, incontri cittadini.
Sarà altresì data attenzione alla collaborazione con altre associazioni che lavorano per l’integrazione  e a un lavoro di rete.
 
Presidente  Dora Kotai
Vicepresidente Narine Ohanyan
Segretaria Rosella Rossi

Annunci
Comments
3 Responses to “è nata l’associazione Vite in transito”
  1. milvia ha detto:

    Splendida notizia! Ogni progetto mi sembra un piccolo gioiello. Stare insieme, conoscersi, confrontare e assimilare le diverse culture, cosa può esserci di più bello?
    Lunga e feconda vita all’Associazione e al Blog Vite in transito!

  2. circolo Milleluci ha detto:

    Tempo di incontri. Con le donne di Vite in transito,associazione multietnica, ibridazioni di narrazioni, musiche e cucina
    Domenica 25 Novembre dalle ore 18.00
    AperiCena tema: Argentina
    il Circolo Milleluci in collaborazione con l’associazione “Vite in Transito”proporranno
    una serie di serate per far conoscere culture e cibi etnici,attraverso donne provenienti da un’altra terra…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: