ci stiamo imbarbarendo

E’ un’estate calda questa del 2017: in senso reale e metaforico. Distruzione dell’ambiente, che è la nostra casa comune, attraverso incendi provocati ad arte da mafie e da individui irresponsabili. Distruzione del nostro senso morale e del nostro senso di umanità- La nostra società si sta imbarbarendo, per fattori molteplici. La crisi economica aumenta la precarietà e la paura del futuro, paura che ci venga tolto il poco o il molto che abbiamo; ce la prendiamo con chi è più debole, con chi è diverso, con l’ultimo arrivato. E ci sono politici, partiti, gruppi di destra che soffiano sul fuoco. E così si alimenta il razzismo, la violenza, che sono sempre più frequenti..
Rimini è tristemente alla ribalta per episodi di razzismo e di violenza. In marzo un ragazzo nigeriano, richiedente asilo, ha subito un’aggressione grave, solo perché nero. Con la stessa motivazione una donna nera incinta è stata insultata e picchiata su un autobus da una coppia di italiani, poco tempo fa’.
Alla violenza di tipo razziale si aggiunge la violenza sessuale.
Qualche giorno fa’ una coppia è stata aggredita in spiaggia, di notte, da 4 ragazzi; lui picchiato selvaggiamente e derubato lei selvaggiamente violentata; violenza e furto a opera dello stesso gruppo ai danni di una transessuale. Che i componenti del branco siano nordafricani non è determinante. Stupri di gruppo a opera di ragazzi italiani spesso anche ai danni di ragazze minorenni sono frequenti.
Come sono frequenti episodi di violenze ai danni di omosessuali e transessuali.
Non possiamo non indignarci, ma non basta condannare i responsabili.
C’è una responsabilità individuale e c’è una responsabilità collettiva; c’è una cultura un senso comune che favorisce e/o legittima la violenza contro le donne e la discriminazione e il razzismo contro gli stranieri. Il segretario di un gruppo leghista attivo in Puglia ha auspicato su fb uno stupro come quello di Rimini ai danni della Boldrini e delle donne del Pd!! Io sento usare spesso l’espressione “ le nostre donne”, intese come le donne italiane, le donne bianche, da difendere nei confronti degli stranieri; e inorridisco, come se noi donne fossimo un possesso degli uomini delle tribù. Siamo regrediti a una cultura tribale, altrochè cultura superiore dell’Europa!!
Lo stesso succede rispetto al razzismo; nessuno, o pochi vogliono sentirsi dire che sono razzisti; ma molti, troppi dicono: prima gli italiani, molti troppi pensano che la nostra è una cultura superiore, e vogliono preservare la nostra identità da contaminazioni, molti troppi pensano che gli africani, gli arabi, gli stranieri poveri devono rimanere a casa loro, anche se la loro casa è distrutta; distrutta in passato dalla rapina coloniale e dallo schiavismo e ancora recentemente sino ai nostri giorni da guerre che abbiamo provocato noi europei e americani, dallo sfruttamento delle loro risorse a opera delle nostre multinazionali, dal cambiamento climatico che abbiamo provocato con il nostro stile di vita basato sullo spreco delle risorse.
Forse dovremmo fermarci e riflettere, il nemico non è lo straniero: il richiedente asilo non è responsabile della nostra crisi; dare la colpa agli stranieri è trovare il capro espiatorio; il nostro egoismo ci impoverisce. Certo il problema c’è ma uscirne da soli è egoismo, uscirne insieme è politica ( don Milani) ; il nostro egoismo ci impoverisce. Proviamo a pensare che siamo tutti e tutte sulla stessa barca, che siamo tutti e tutte fragili.
Proviamo a ritrovare un senso di solidarietà e di fratellanza. Restiamo umani, restiamo umane.
Mariolina Tentoni

Annunci
Comments
One Response to “ci stiamo imbarbarendo”
  1. giusy ha detto:

    grazie Mariolina. Condivido completamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: