Ri-creare comunità con il dono. La proposta e l’esperienza di Indovina ci viene a cena.

  Cari e care, ci rivolgiamo a voi, che avete aderito, o avete mostrato interesse al progetto di Indovina chi viene a cena, che avete partecipato agli eventi collettivi, in cui la convivialità ha unito gioiosamente cittadini/e riminesi e richiedenti asilo e operatori e operatrici delle coop che lavorano nell’accoglienza. Noi di Vite in transito … Continua a leggere

Un saluto ai ragazzi migranti morti in Puglia, vittime dello sfruttamento

Tre dei ragazzi migranti, morti in un incidente il 7 agosto nel foggiano, vittime del caporalato e dello sfruttamento disumano vivevano a Rimini: Ebere, Romanus, Bafode. La città di Rimini, gli operatori, le persone che li hanno conosciuti li hanno salutati  il 9 agosto, in una manifestazione significativa per condividere il dolore, per riaffermare il … Continua a leggere

Occhi di donna, tutto il dolore del mondo

pubblichiamo questo articolo, che commenta una foto di una donna profuga salvata in mare,  dopo un naufragio, in cui un’altra donna e il suo bambino erano stati lasciati morire. Non in nostro nome, restiamo umane/i. Occhi di donna   Marco Belpoliti Se gli occhi sono lo specchio dell’anima, come hanno scritto i filosofi antichi, cosa c’è … Continua a leggere

quando la notte è più buia

di Mariolina Tentoni Martin Luther King diceva che  quanto la notte è più buia, tanto più brillano le stelle. Viviamo in tempi bui, ma ci sono anche le stelle. La notte buia è quello che succede in tema di politica per l’emigrazione del nuovo governo italiano: una logica e una linea che fa paura. A … Continua a leggere

Donne che prendono la parola, donne che non hanno paura dei richiedenti asilo

in un momento in cui Salvini a nome del governo e del popolo italiano chiude i porti con un’azione aberrante rispetto al diritto umano, all’etica, alla costituzione italiana, noi di Vite in transito diciamo: Non in mio nome e pubblichiamo una lettera che 21 donne viserbesi hanno inviato alla stampa di Rimini, lasciate il vostro … Continua a leggere

Un raggio di fiducia

Bambina mia. Per te avrei dato tutti i giardini del mio regno, se fossi stata una regina fino all’ultima rosa, fino all’ultima piuma. Tutto il mio regno per te. E invece ti lascio baracche e spine, polveri pesanti su tutto lo scenario battiti molto forti palpebre cucite tutto intorno.Ira nelle periferie della specie. E al … Continua a leggere

Grazie alla vita, che mi ha dato tanto

    Gracias a la vida è una bella canzone di Violeta Parra, che canta spesso la nostra amica e socia Marcela Huizar . Voglio ringraziare per la bella esperienza che abbiamo vissuto con l’aperitivo musicale e solidale del 21 aprile. Era una festa ma abbiamo cominciato ricordando Makha Niang, un ragazzo senegalese ucciso a … Continua a leggere

Liberazione, libertà è sempre 25 aprile

La festa del 25 aprile è passata tra celebrazioni istituzionali della liberazione dall’occupazione tedesca e dal fascismo, e memoria dei fatti e dei protagonisti della Resistenza, tra marce della pace nell’alta Valmarecchia da Fragheto a Tavolicci, luoghi di stragi nazifasciste e momenti festosi di incontro con musica e balli popolari in piazza a Rimini. Tutto … Continua a leggere

La patria sarà…

“ la patria sarà quando finalmente saremo tutti stranieri”  Ho ascoltato questa frase alla radio qualche tempo fa’ e trovo molto condivisibile questa visione di patria. In tempi di rappresentazioni di patrie blindate, basate su rivendicazioni di identità nazionali escludenti gli stranieri e i diversi, abbiamo bisogno di un’altra idea di patria, una patria che … Continua a leggere

Una testimonianza da un campo profughi siriano in Libano

Di Hadia Ballabio Io sono partita i primi di novembre con l’Operazione Colomba, il Corpo civile di pace della Comunità Papa Giovanni XXIII,  che da più di 25 anni lotta e resiste al fianco delle persone che vivono in zone di conflitto. Siamo attivi in Palestina, sulle colline a sud di Hebron, in Albania con … Continua a leggere