Vivere, fare e non fare al tempo della coronite

Siamo proprio dei pazzi. “Egli ha passato la sua vita in pigrizia”, diciamo.”Non ho fatto niente oggi”. Come? non hai forse vissuto? Questa non è solo la fondamentale, ma anche la più illustre di tutte le occupazioni. “Se mi avessero messo a capo di grandi imprese, avrei saputo far vedere il mio valore”. Se sapete … Continua a leggere

il pianto e il riso

C’è una canzone di Fabrizio de Andrè che recita: e se ci hai regalato il pianto ed il riso, noi qui sulla terra non lo abbiamo diviso Certo non abbiamo condiviso i beni comuni, anzi abbiamo saccheggiato le risorse della terra, abbiamo sperperato il bene della solidarietà e della fiducia. Ne consegue che anche le … Continua a leggere

apprendere dall’esperienza

La poesia di Mariangela Gualtieri che ho appena pubblicato è una dolente, appassionata meditazione aperta alla speranza. E’una riflessione sulle responsabilità nostre, dell’umanità e di ognuna e ognuno di noi, nel precipitare di questa crisi di cui non intravvediamo la fine. La crisi è un giudizio, un’occasione di presa di coscienza degli errori commessi, per … Continua a leggere

9 marzo 2020, poesia di Mariangela Gualtieri

Questo ti voglio dire ci dovevamo fermare. Lo sapevamo. Lo sentivamo tutti ch’era troppo furioso il nostro fare. Stare dentro le cose. Tutti fuori di noi. Agitare ogni ora – farla fruttare. Ci dovevamo fermare e non ci riuscivamo. Andava fatto insieme. Rallentare la corsa. Ma non ci riuscivamo. Non c’era sforzo umano che ci … Continua a leggere

Nutrire la vita al tempo del corona virus

di Mariolina Tentoni Siamo tutti giustamente preoccupati per la diffusione del corona virus. La diffusione è un dato di realtà, come è un dato di realtà la difficoltà degli ospedali di rispondere all’emergenza che si è creata. Questo dell’insufficienza delle strutture sanitarie, nonostante il prodigarsi del personale ospedaliero, è il problema più grande, che deve … Continua a leggere

Indovina a cena e Il piccolo principe

L’associazione multiculturale Vite in transito, che è nata dall’incontro di donne di culture diverse, con ogni suo progetto lavora per favorire il dialogo, lo scambio e la convivenza tra italiani/e autoctoni/e e persone provenienti da altri paesi e portatrici di storie e culture diverse. Indovina chi viene a cena è un progetto che propone a … Continua a leggere

coltivare la fiducia al tempo del contagio della paura

Stiamo vivendo un passaggio difficile, ci difendiamo dal contagio del corona virus e subiamo il contagio della paura. Questo passaggio mette alla prova ognuna/o di noi, la nostra società, le istituzioni a vari livelli, da quello locale a quello globale. Stiamo sperimentando la nostra inadeguatezza a farci carico della nostra vulnerabilità e l’inadeguatezza delle istituzioni politiche … Continua a leggere

Ri-creare comunità con il dono. La proposta e l’esperienza di Indovina ci viene a cena.

  Cari e care, ci rivolgiamo a voi, che avete aderito, o avete mostrato interesse al progetto di Indovina chi viene a cena, che avete partecipato agli eventi collettivi, in cui la convivialità ha unito gioiosamente cittadini/e riminesi e richiedenti asilo e operatori e operatrici delle coop che lavorano nell’accoglienza. Noi di Vite in transito … Continua a leggere

Senza confini

Senza confini. concerto del trio Mothra. Fabio Mina, Peppe Frana, Marco Zanotti in un percorso libero e creativo tra le musiche del mondo 27 ottobre 2018, ore 21 cinema teatro Tiberio, Rimini Il 27 ottobre,  giornata del dialogo cristiano-islamico, proponiamo un’esperienza di superamento dei confini e delle barriere, attraverso l’arte di musicisti di fama internazionale,  … Continua a leggere

Un saluto ai ragazzi migranti morti in Puglia, vittime dello sfruttamento

Tre dei ragazzi migranti, morti in un incidente il 7 agosto nel foggiano, vittime del caporalato e dello sfruttamento disumano vivevano a Rimini: Ebere, Romanus, Bafode. La città di Rimini, gli operatori, le persone che li hanno conosciuti li hanno salutati  il 9 agosto, in una manifestazione significativa per condividere il dolore, per riaffermare il … Continua a leggere